Pellicole oscuranti per finestrini: vantaggi e svantaggi

La moda che ha portato ad una sempre maggior diffusione delle pellicole oscuranti per finestrini risponde ad una corretta e precisa serie di esigenze estetiche e pratiche che si riscontrano con notevole frequenza nell’esperienza di moltissimi automobilisti.

Cosa dice la Legge?

Secondo quanto previsto dalle normative in atto, le pellicole oscuranti per finestrini possono ricoprire solo ed esclusivamente i vetri posteriori ed il lunotto di un’autovettura (http://www.silux-auto.it/). Bandite sono dunque le installazioni di pellicole oscuranti sui finestrini degli sportelli anteriori e, ancor di più, quelle relative al parabrezza.

Secondo la Legge, inoltre, le pellicole devono essere di tipo omologato ed essere installate in maniera tale da non presentare grinze, bolle o difetti di altro genere che rendano più pericolosa la marcia.

I vantaggi

L’installazione delle pellicole oscuranti per i finestrini rende l’aspetto estetico di una vettura molto più gradevole e curato. L’effetto visivo garantito dalle pellicole oscuranti riesce a snellire in maniera evidente il profilo laterale di vetture di generose dimensioni, come i suv e le monovolume, e ad esaltare la sportività di auto più piccole e slanciate.

L’utilizzo delle pellicole riduce inoltre, seppur di poco, il rischio di subire atti vandalici che interessino i vetri: infatti, l’applicazione di una pellicola rende i finestrini più resistenti ai tentativi di sfondamento del vetro.

Tra i vantaggi più evidenti, inoltre, figurano naturalmente quelli per cui le pellicole oscuranti sono state inventate: le pellicole per i finestrini, infatti, filtrano i raggi UV riducendo la sensazione di calore percepita dai passeggeri del veicolo. Inoltre, i vetri scuri contribuiscono ad aumentare il senso di privacy nascondendo da sguardi indiscreti l’abitacolo della macchina e gli oggetti in esso contenuti; cionostante il particolare materiale costitutivo delle pellicole consente comunque un’adeguata visione dell’ambiente esterno dall’abitacolo dell’auto, almeno durante le ore diurne.

Gli svantaggi

I vetri oscurati hanno l’indubbio pregio di garantire un migliore isolamento dell’abitacolo dall’azione dei raggi solari, filtrandone la luce e smorzandone il calore percepito all’interno del veicolo. Tutto ciò però ha un rovescio della medaglia: infatti, i vetri oscurati tendono a filtrare anche la poca luce (naturale o artificiale) del tardo pomeriggio e della sera, rendendo leggermente più complicata la marcia notturna. E’ proprio per questo motivo che la Legge Italiana impedisce l’applicazione delle pellicole sui finestrini anteriori e sul parabrezza delle auto.

L’applicazione di pellicole oscuranti non comporta di per sè ulteriori grossi svantaggi, a patto che l’installazione sia effettuata a regola d’arte ed utilizzando materiali di primissima qualità. E’ proprio per questo motivo che è consigliabile rivolgersi ad installatori esperti nell’applicazione di pellicole oscuranti e di evitare pertanto di farsi tentare dall’istinto del fai-da-te. Infatti, qualora la pellicola non fosse applicata a regola d’arte, sarebbe quasi inevitabile dare luogo ad una stesura scorretta che evidenzi la presenza di sgradevoli difetti estetici.

L’utilizzo di pellicole oscuranti di alta qualità mette al riparo dal rischio di distaccamento della stessa (soprattutto in prossimità dei bordi dei vetri) e garantisce un corretto filtraggio dei raggi solari, oltre che un maggior standard di visibilità nelle ore notturne.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *