Recensione generatore Ryobi RYi2200

Che tu sia in un cantiere, in campeggio o che ci sia un black out… hai bisogno di energia! Ecco che in aiuto arriva il generatore inverter RYi2200 con la sua energia pulita e silenziosa. Con un motore silenzioso, RYi2200 non è più rumoroso di una conversazione tra due persone; tutto ciò mentre garantisce una potenza iniziale di 2200 watt e 1800 watt continui durante il funzionamento, ed è assolutamente sicuro per gli apparecchi sensibili.

Non è soltanto compatto e silenzioso: è facile da spostare con due manici e un manico estensibile, e in più ha due rotelle per un trasporto veloce. Ha un parallel kit, per quando hai bisogno di più energia; il kit collega due generatori per il doppio della potenza.

Un mese fa circa, ci è stato concesso del tempo per mettere alla prova Ryobi RYi2200. I gentili ragazzi della RYOBI ci hanno consegnato un generatore nuovo di zecca in modo da avere un’esperienza completa, come se lo avessimo acquistato in negozio oppure online. Questo generatore all’apparenza può sembrare piccolo, ma dobbiamo parlare di grandi cose. Ora, prima di iniziare, ecco alcune caratteristiche e specifiche.

Caratteristiche:

  • Sistema monitoraggio: energia, sovraccarico, olio.
  • Rotelle e manico estensibile per un trasporto facile.
  • Kit collegamento parallelo – unire due unità per il doppio dell’energia.
  • È più silenzioso di una conversazione.
  • Energia pulita: sicuro per gli apparecchi sensibili.
  • Auto idle: lunghi periodo di funzionamento e risparmio di carburante.
  • Avvio semplice in tre step: starter, corda di accensione ed avvio.

Specifiche:

  • 2200 watt di potenza iniziale / 1800 watt durante il funzionamento
  • Durata di 5 ore a 400 watt o 2.5 ore a 900 watt.
  • Motore a quattro tempi OHC, 1.75 hp (106 cc)
  • Uscite: 120 volt AC (due attacchi), 12 volt DC (un attacco), kit collegamento parallelo
  • Peso: 23 kg

Dopo aver spacchettato il generatore (devo aggiungere che è ben impacchettato), tutto ciò che si deve fare è aggiungere l’olio (compreso) e la benzina (ovviamente non compresa). Dal momento che ha un motore a quattro tempi, non c’è bisogno di preoccuparsi della miscela carburante/olio.

Di tutto il processo di preparazione, aggiungere l’olio è la cosa più odiosa. Per prima cosa devi svitare il pannello del motore con un cacciavite – questa parte è semplice, ma per qualche motivo forniscono un imbuto di carta che è difficile da inserire nel vano stretto del motore. Se già possiedi un imbuto, ti suggerisco di utilizzarlo. L’imbuto di carta è fragile, e non si riesce a versare adeguatamente l’olio nel suo serbatoio, ma comunque sia funziona.