Tecniche di ipnosi – quante ne esistono?

Quante tecniche di ipnosi esistono? Se consideriamo la diversità di ogni individuo, è possibile immaginare quante differenti modalità di ipnosi possono esistere. Le tecniche sono essenziali per poter avere un effetto di successo con ogni tipo di persona: c’è chi è più suscettibile a un certo tipo di stimolo e chi, invece, a un altro. Per questo motivo, l’ipnotista, deve saper cogliere immediatamente la tipologia di paziente che ha di fronte a sé e adattarsi a qualsiasi situazione.

L’ipnosi, per molte persone, rappresenta una sottospecie di magia o un’arte, se vogliamo, ma è, in realtà, un elemento assolutamente scientifico:
niente improvvisazioni, ma solo ed esclusivamente tanto studio e una comprensione cosciente dei suoi immensi poteri.

Generalmente, gli ipnotisti adottano le tecniche che li hanno più colpiti nel corso degli studi o quelle apprese dai propri maestri. Con l’esperienza, ogni ipnotista inizia a modificare il proprio approccio con la tecnica personalizzandolo in base alla propria personalità e alle proprie capacità. Ecco svelato il motivo del perché di tecniche di ipnosi ne esistono così tante. Quale applicare? La risposta a questa domanda dipende, solitamente, dal problema riportato dal paziente e dalla sua capacità ipnotica. Ogni ipnotista di spessore sarà in grado di sfruttare le caratteristiche del paziente per potergli consentire di entrare in uno stato di profonda trance, anziché sforzarsi per applicare a tutti i costi le tecniche apprese nel corso della propria vita.

Le tecniche principali sono:

  • Ipnosi regressiva
  • Ipnosi metaforica
  • Ipnosi suggestiva
  • Ancoraggio
  • Progressione
  • Ristrutturazione
  • Affect Bridge
  • Fast Phobias Tecnique

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *