Ginseng coreano: consumo e modalità di assunzione

Il Ginseng coreano è una bevanda estremamente famosa in Asia, che già da secoli viene utilizzata in paesi come il Giappone, la Cina e, appunto, la Corea del sud. Negli ultimi decenni, grazie alle importazioni, sta divenendo famosa anche in Occidente.ginseng-coreanoSicuramente avrete già provato, o avuto quantomeno modo di sentir parlare del Ginseng “normale”. Il Ginseng coreano, invece, non è altro che una varietà estremamente forte, tanto che viene spesso usato come ricostituente utile a riprendersi dai momenti di debolezza e forte stress. Gli studenti asiatici spesso consumano il Ginseng coreano nei periodi d’esame, in modo da poter studiare più a lungo e sentir meno su di sé la stanchezza dovuta alla mancanza di sonno per il troppo studio. Ovviamente stiamo parlando di casi limite, ma indubbiamente il Ginseng coreano può essere utilissimo assunto a metà di una giornata particolarmente stancante, per ritrovare un po’ di energia e arrivare a sera con relativa facilità.


Non solo. Se siete particolarmente stressati, il Ginseng coreano può rivelarsi utile per rilassarvi. Può sembrare un controsenso, ma consumandolo l’organismo rilascia delle endorfine che possono aiutarvi a trovare un po’ di sollievo. Inoltre, è anche un potente digestivo.
La dose consigliata è di al massimo una tazza al giorno, al mattino oppure a metà giornata. Assolutamente sconsigliato è assumerlo di sera, per via delle sue proprietà eccitanti, che possono provocare insonnia e agitazione. Inoltre, le donne incinte e chi soffre di pressione alta dovrebbe evitarne l’uso. In ogni caso, prima di cominciare ad assumerlo fate in modo di chiedere consiglio al vostro medico.