Fattura: cosa è, le caratteristiche principali

La fattura è quel documento fiscale obbligatorio che chi possiede una Partita IVA deve emettere per dimostrare l’avvenuta compravendita di beni o servizi e il conseguente diritto a riscuotere il compenso.

A doverla emettere obbligatoriamente sono quasi tutti i commercianti e i possessori di Partita IVA, tuttavia esistono alcune eccezioni che sono esonerate. A non dover emettere fattura, a meno che non sia il cliente stesso a richiederla, troviamo:

  • Chi eroga servizi ambulanti;
  • Chi eroga servizi nelle abitazioni dei clienti;
  • Gli agricoltori che vendono prodotti propri;
  • I commercianti al dettaglio;
  • Chi effettua prestazioni alberghiere;
  • Chi somministra al pubblico alimenti o bevande;
  • Chi esegue autotrasporto di persone;
  • In caso di transito autostradale.

Per le finalità di controllo fiscale, è tuttavia essenziale che tali commercianti rilascino dei documenti equivalenti, come la ricevuta o lo scontrino fiscale.

Cosa è contenuto nella fattura?

Sono necessarie due copie della fattura, quella originale da dare al proprio cliente, e la copia della quale dovrà occuparsi l’emittente stesso. Sarà suo obbligo conservarla per un periodo non inferiore ai 10 anni. Ogni fattura deve obbligatoriamente contenere:

  • I dati anagrafici dell’emittente (nome o ragione sociale, indirizzo, Partita IVA e codice fiscale, oltre al numero di iscrizione presso il Registro delle imprese);
  • I dati di chi sta acquistando, come il nome e l’indirizzo;
  • La modalità di pagamento;
  • La documentazione per il trasporto;
  • La tipologia e il quantitativo di beni venduti;
  • Il prezzo unitario e complessivo del materiale;
  • Sconti;
  • L’aliquota e il valore dell’IVA;
  • Il totale della fattura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *